Olio extravergine d’oliva abruzzese 250

6,00 4,00

Bottiglia da 0,250 Lt.

ANNO DI PRODUZIONE: 2015
VARIETA’: Gentile di Chieti, Intosso, Crognalegno
METODO DI COLTIVAZIONE: Biologico
PERIODO DI RACCOLTA: Invaiatura – terza decade di Ottobre
METODO DI RACCOLTA. Meccanizzata
METODO DI ESTRAZIONE: Ciclo continuo 2 fasi e mezzo
TEMPI TRA RACCOLTA E MOLITURA: in giornata
COLORE OLIO: Verde dai riflessi dorati e all’aspetto si presenta velato

Esaurito

L’OLIO – OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Fruttato di leggera/media intensità.
Conquista l’olfatto con richiami di erba fresca con richiami alla mandorla verde.
Al gusto è vivace con note vegetali, si conferma l’erbaceo.
E’ armonico con una pasta di buona conduzione, sul finale si presenta elegante con un buon equilibrio tra amaro e piccante.

Info sul Produttore

L’azienda “Trappeto di Caprafico” è un’azienda famigliare da ormai cinque generazioni. Nasce nel 1874 quando il trisavolo Tommaso Masciantonio si trasferì dall’agro di Casoli a Caprafico e impiantò i primi olivi di Gentile di Chieti e Intosso. Prenderà la denominazione di “Trappèto di Caprafico” nel 1948, quando fu dotata di frantoio oleario (Trappèto) per opera del nonno Tommaso. L’amore per questo prodotto ha spinto Paolo e Casimiro, figli di Tommaso, ad ideare la prima etichetta nel 1978. Dal 2009 l’azienda è gestita interamente da Tommaso, la quinta generazione, che ho fortemente creduto in questa realtà, ma sempre con l’aiuto della famiglia,. L’azienda, con le sue circa 5000 piante di olivo, è sita ai piedi del Parco Nazionale della Maiella. Il massiccio della Maiella, con la sua natura incontaminata, influisce sul clima e sulla natura dei terreni dell’azienda creando un’oasi climatica e pedologica, ad un’altitudine di 450 metri s.l.m., particolarmente vocata alla coltivazione di antiche varietà di olivo quali Gentile di Chieti e Intosso. Quest’ultima è una varietà presente principalmente sul nostro territorio e particolarmente amata da tutta la nostra famiglia. Dal 2001 l’azienda è in regime Biologico e gli uliveti vengono iscritti all’albo della D.O.P. “Colline teatine”. Dal 2009 è stato introdotto un nuovo impianto continuo a due fasi e mezzo di ultima generazione, che lavora in assenza di ossigeno per preservare al massimo il prodotto. L’azienda decise di estendersi anche alla coltivazione delle uve e, nel 1967, si impiantarono i primi vigneti. Attualmente si hanno circa 10 ha di terreno a vigneti, tutti di varietà autoctone, Pecorino, Passerina, Cococciola e Montepulciano d’Abruzzo, e tutte in regime biologico. Inoltre, quest’anno è stata introdotta una piccola cantina per la vinificazione. Attualmente sono state presentata le prime bottiglie di Pecorino D.O.C. Superiore. Tutto viene fatto per amore della nostra terra e dei suoi frutti e sempre mantenendo un connubio tra tradizione e innovazione.